Bocconi University

Grafton Architects

L’assemblaggio di pannelli in alluminio alveolare a lastre sottili sembrano far staccare dal suolo le pareti della nuova aula magna della Bocconi. I tagli rettangolari, resi coesi al supporto metallico mediante colle speciali, si riducono a soli 5 millimetri di spessore.
In questo progetto di Grafton Architects, le geometrie di ogni elemento interno alla sala sono nette e lineari; le stesse poltrone si richiudono con esattezza sugli schienali, componendo volumi privi d’aggetti.
La sala risulta bicroma per via di alcuni inserti color ruggine sulla predominanza del grigio.
La tonalità della Pietra Forte Fiorentina è accostata ad omologhe cromie del gres nei pavimenti e delle tinte nelle porzioni intonacate di pareti e soffitti. Proprio la stabilità del colore e la mancanza di elementi cromaticamente estranei, permette alla pietra una moltitudine di accostamenti. I mille posti a sedere si dispongono su due livelli, organizzati in una fascia più ravvicinata al palcoscenico ed una più lontana.